zack snyder cut
zack snyder cut

La storia molto spesso si ripete: i fan di Zack Snyder conquistano un’ulteriore vittoria contro l’indolente Warner Bros. Dopo tre anni dalla sua uscita nelle sale, la Snyder Cut di Justice League tanto agognata dal fanservice sarà disponibile dal Marzo 2021 sulla piattaforma streaming HBO Max. Ma perché la storia si ripete? E perché si parla di conquista?

Versione alternativa di un regista sfortunato: Zack Snyder

Snyder Cut
Justice League. Fonte: jamovie.it

Già nel 2016, in seguito all’uscita di Batman V Superman: Dawn of Justice, il fanservice si scagliò contro il regista per la resa del film, forse troppo compresso, se si considerano le idee iniziali, sotto direttiva della casa produttrice. Quando fu resa disponibile sotto la pressione di molti hashtag la Ultimate Edition, ovvero la versione estesa di tre ore, molti spettatori si scusarono sul profilo Twitter del regista giudicando molto positiva la pellicola. Discorso diverso, per calamità ed eventi spiacevoli, è accaduto per Justice League; è indubbio tuttavia il ruolo predominante che la Warner ha nuovamente svolto nel lavoro ideale del regista di punta del DC Extended Universe. Il film, che avrebbe dovuto uscire in sala nel novembre del 2017, subì un ritardo per marzo del 2018 a causa di una tragedia per la famiglia Snyder: la figlia di Zack Snyder, all’età di 20 anni, si tolse la vita nel maggio di quell’anno, durante il periodo delle riprese. Il regista abbandonò le riprese per tornare a casa dalla famiglia e metabolizzare il lutto. A fronte di un budget di 300 milioni di dollari, il lavoro non poteva ovviamente fermarsi. Joss Whedon (regista dei primi due episodi della saga Marvel The Avengers), il quale era stato chiamato in precedenza da Snyder per scrivere alcune scene aggiuntive, subentrò a quest’ultimo per supervisionare la post-produzione del film e dirigere la sessione di riprese aggiuntive, completando di fatto la pellicola come regista non accreditato. Todd Emmerich, presidente della produzione di Warner Bros. durante un’intervista disse: «[…] Il corso è stato davvero fissato da Zack. Credo ancora che, nonostante questa tragedia, finiremo comunque con un grande film».

Il Flop e l’arrivo della #SnyderCut

Non fu un grande film. La volontà di lambire l’incasso della saga Marvel risultò infranta con un incasso di soli 600 mln di dollari, perdipiù con recensioni negative da parte della critica e dei fan: una vera e propria delusione. Justice League segue uno schema banalmente umoristico tipico dei film Marvel, privandosi di quell’impronta cupa e più filosofeggiante dei precedenti snyderiani, nonché una drastica riduzione di minutaggio e di caratterizzazione dei personaggi. Un’idea (quella dello humor!) inizialmente già intesa da Snyder e dalla Warner Bros., probabilmente portata all’estremo nel momento in cui il regista ha abbandonato le riprese. Quando, al termine delle proiezioni in sala, sono circolati tra i social dettagli della gestione del film pre-abbandono, in molti hanno fatto sentire la propria “voce” per una versione più fedele a quella di Snyder, la Snyder Cut: fan, attori, esponenti dell’industria cinematografica, hanno creato un vero trend con gli hashtag #ReleaseTheSnyderCut #Snyder’s Justice League.

Zack Snyder’s League

Snyder Cut
fonte: comicsuniverse.com

Nel Marzo 2019 Snyder conferma l’esistenza della Snyder Cut, quindi di una versione alternativa molto diversa dall’originale in sala, in attesa di un’iniziativa da parte della Warner. Nel maggio 2020, dopo un anno di speculazioni, viene rilasciato un post sul profilo Twitter della piattaforma on demand HBO Max con una locandina che reca “Zack Snyder’s Justice League, 2021“, frutto di un investimento di 30 milioni da parte della Warner Bros. Anni di sommovimento virtuale da parte della fanservice hanno portato alla fatidica Snyder Cut. La sua storia è una piccola fiaba sulle difficoltà che la realizzazione di una pellicola può incontrare, ma che non è ancora terminata: sarà valsa la pena attendere o sarà una semplice mossa di mercato che non cambierà la fisionomia scadente dell’originale?

Luca Longo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui