Alessandro Grande in concorso al Festival del cinema della città di Spello con il film Regina

Ormai da qualche settimana è stato ufficializzato il programma della decima edizione del Festival del cinema della città di Spello, che si terrà nella provincia umbra dall’11 al 20 giugno 2021.

Tra gli 11 titoli in competizione per questo noto festival italiano spicca il film Regina del regista calabrese Alessandro Grande, apprezzato dalla critica e da note testate giornalistiche come Cinematografo, già presente all’ultima edizione (la numero 38) del Torino Film Festival, evento cinematografico tra i più importanti dedicati al cinema d’autore, l’evento di riferimento tra quelli del settore.

Regina Film: Festival della città di Spello

Il Festival del Cinema della città di Spello, che ha visto trionfare negli anni passati le opere di Bellocchio, Matteo Garrone, i Fratelli D’innocenzo, Pietro Marcello e altri nomi importanti del panorama cinematografico, quest’anno ha deciso di porre l’attenzione più del solito a diverse opere prime realizzate da giovani ma talentuosi registi.

Tra i film più attesi che competono in questa edizione, non si può non citare Regina, film di Alessandro Grande, girato interamente in Calabria ed interpretato da Ginevra Francesconi e da Francesco Montanari, celebre per aver interpretato la serie Romanzo Criminale e il Cacciatore, con la quale ha vinto il premio miglior attore al Festival di Cannes Series.

Durante la presentazione in streaming sulla pagina facebook del festival, il regista Alessandro Grande ha dichiarato di essere molto contento di questa selezione, concludendo così:

La manifestazione, che si terrà rigorosamente in presenza, è un qualcosa che non può essere ignorato, oggi più che mai c’è il bisogno di tornare a sperare un ritorno in sala e alla normalità.

Regina film, la storia

Regina ha 15 anni e sogna di fare la cantante. Ogni tanto però questo futuro, che il suo talento sembra aver già scritto per lei, le dà un po’ d’ansia. Per fortuna c’è suo padre Luigi.

Lui è tutta la sua famiglia, dato che Regina ha perso la madre anni prima e Luigi proprio per lei ha rinunciato alla sua carriera musicale. Il loro è un legame fortissimo. Almeno fino al giorno in cui, dovranno fare i conti con un evento tragico e convinti di poter andare avanti come se nulla fosse. Invece quella colpa non espiata, crepa dopo crepa, inizierà a spezzare il legame tra padre e figlia che sembrava indissolubile.

Regina film, il cast

Oltre ai già citati attori protagonisti, Ginevra Francesco e Francesco Montanari, a completare il cast del film Regina ci sono una serie di attori professionisti e altri alla loro prima esperienza cinematografica.

Tra questi Kevin Di Sole, Silvia Gaetano, Alessia Rapisarda e Annalisa Giannotta. Tra gli attori con più esperienza citiamo Alessandra Costanza, Max Mazzotta, Claudio Castrogiovanni e Barbara Giordano.

Film Regina, scheda

Titolo originale: Regina; regia di: Alessandro Grande; cast: Ginevra Francesconi, Francesco Montanari, Barbara Giordano, Max Mazzotta, Claudio Castrogiovanni, Alessandra Costanzo, Annalisa Giannotta, Kevin Di Sole, Alessia Rapisarda, Silvia Gaetano; sceneggiatura: Alessandro Grande, Mariano Di Nardo; fotografia: Francesco Di Pierro; montaggio: Annalisa Forgione; costumi: Sabrina Beretta; musica: Bruno Falanga; produzione: Bianca Film, Rai Cinema, con il contributo del MiBACT, con il sostegno di Fondazione Calabria Film Commission; distribuzione: Adler Entertainment; paese: Italia

Regina: critica e commenti

Regina è, come più volte ripetuto, il primo film di Alessandro Grande, registra in grado di collocarsi tra i giovani artisti emergenti capaci di proporre pellicole di nicchia e molto apprezzate dagli addetti ai lavori.

E anche i siti di settore più importanti sembrano muoversi in tal senso, con recensioni assolutamente positive: Cinematografo, Mymovies, Movieplayer, Comingsoon, Madmass e tanti altri siti famosi hanno speso bellissime parole per lodare l’opera prima di Alessandro Grande, capace di trasmettere belle emozioni senza mai renderle banali, senza percorrere binari già presi da altri colleghi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui