La fotografia come forma di terapia

La salute mentale è al centro di tutti i ceti sociali. I buddisti lo scoprono attraverso la meditazione, gli stoici controllando i loro impulsi. Il percorso di un fotografo non è troppo diverso e potresti essere sorpreso da quanto possa essere mentalmente purificante catturare immagini.

A quanto pare, scattare foto non è solo una forma d’arte, può anche essere una forma di terapia. Ecco perché, nel post di oggi, mostreremo esattamente perché la fotografia è un tale vantaggio per la tua salute mentale.

Benefici per la salute mentale della fotografia

Oltre ad essere un vero brivido, ci sono molti altri benefici per la salute mentale della fotografia e frequentare un corso di fotografia può darti grandi soddisfazioni, anche seguirne uno online come il corso di fotografia di Fotografia Moderna diventato davvero molto famoso.

Consapevolezza

In un recente articolo sulla fotografia slow living , abbiamo parlato dell’adozione di un approccio più consapevole al modo in cui usi la tua fotocamera.

La fotografia slow living è un modo intenzionale di connettersi attraverso il mezzo della fotocamera. E aiuta a creare un’esperienza più riflessiva.

Ma anche se scegli di non scattare in questo modo, la fotografia ti tiene comunque presente nel momento. Concentrandoti su nient’altro che un’immagine, liberi la tua mente e porti via le preoccupazioni di domani. Una vera e propria pratica Mindfulness.

La fotografia unisce le persone

Ma che dire di metterci in contatto con altre persone, e non solo un momento? Sappiamo tutti che gli esseri umani sono creature sociali e che prosperiamo connettendoci gli uni con gli altri.

Bene, un interesse condiviso per la fotografia può aiutare a favorire questa connessione . E sentirsi parte di una comunità è ottimo per la tua salute mentale.

A volte, tuttavia, i fotografi sono stereotipati come lupi solitari con le loro macchine fotografiche. Ma questo non è sempre vero. E la fotografia può aiutarti a stringere amicizie che altrimenti non avresti potuto stringere.

La fotografia è pratica di messa a fuoco

Ora torniamo ai momenti.

Catturare un momento richiede molta attenzione e questo può essere utile in tutti gli ambiti della vita. Pensa solo agli effetti a catena di avere una forte capacità di concentrazione.

Coglierai sfumature e dettagli più fini che potrebbero farti sorridere. Può aiutarti a notare le cose più piccole della vita e godertele di più. E probabilmente farai le cose più velocemente…

La fotografia riduce lo stress

E che dire di quel grande e terribile demone del nostro tempo, lo stress? Bene, sappiamo tutti che gli umani amano l’arte. Lo abbiamo fatto per secoli e ci ispira in tutti i modi. Ma sapevi che la fotografia ha anche un effetto antistress?

Ma non limitarti a crederci sulla nostra parola di parte, anche la scienza lo ha dimostrato. Uno studio del 2010, The Connection Between Art, Healing, and Public Health , ha esplorato questo aspetto. E i risultati hanno mostrato che le arti visive possono aiutare a ridurre i livelli di cortisolo, migliorando la salute mentale .

A dire la verità, non hai nemmeno bisogno della scienza per dimostrarlo. Fotografo o no, sicuramente c’è stato un momento nella tua vita in cui hai guardato una foto mozzafiato e hai pensato “wow… Che meraviglia!“?

Aiuta a stimolare idee creative

I fotografi sono creativi e i creativi non amano altro che dare vita alle loro idee. È al centro di ciò che facciamo e ciò che rende la fotografia così utile.

Se non hai mai toccato una fotocamera prima, immaginala così…

Ripensa a quando eri un bambino e a tutti i sogni ad occhi aperti e le idee che avevi. Quanto è stato divertente immaginare tutti quegli scenari folli ed episodi stravaganti, non trovi?

Bene, è lo stesso per la fotografia, tranne per il fatto che le idee nella tua testa possono essere catturate.

Quindi, prendilo dai fotografi: non c’è sensazione migliore che immaginare uno scatto e vederlo girare proprio sul display LCD della fotocamera.

Ti connette con la natura

Molti psicologi sono interessati agli effetti che la vita di città ha su di noi. E sulla base dei risultati dello studio, molti credono che l’effetto complessivo sulla nostra salute mentale non sia eccezionale. C’è un sacco di ricerca a sostegno di ciò, ma uno studio del famoso psicologo Andreas Meyer-Lindenberg è particolarmente interessante.

Lindenberg è il direttore dell’Istituto centrale per la salute mentale dell’Università di Heidelberg. E un paio di anni fa, il suo team ha esaminato se la vita in città rappresentasse un rischio per la salute mentale.

Hanno concluso che la vita di città fa qualcosa a specifici circuiti cerebrali, il che compromette la capacità di affrontare lo stress sociale.

Ma la fotografia ci dà una ragione per sfuggire alla giungla di cemento e riconnetterci con le nostre radici verdi. Afferrare la macchina fotografica ti incoraggia a uscire ed esplorare. E questo non potrebbe essere più vero che con la fotografia di paesaggio o la fotografia naturalistica, dove puoi ritrovarti nel cuore di madre natura.

Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui