Lusail City, la prima città del pianeta a impatto zero

Lusail City è una città 100% sostenibile che si estenderà per 30 km² a 15 km da Doha. L’eco-metropoli in questione è stata commissionata dal Governo del Qatar alle società di stato Parsons Corporation e Qatari Diar Real Estate Investment Company in occasione del campionato mondiale di calcio del 2022.

I lavori per l’edificazione di questo innovativo centro abitato sono iniziati nel 2005 e termineranno a fine 2020. Il progetto prevede un’ampia zona residenziale organizzata in 19 distretti che ospiterà più di 200 000 mila abitanti e 170 000 addetti ai lavori che provvederanno a rendere Lusail il più accogliente possibile per i numerosi turisti che saranno in Qatar per assistere all’evento sportivo dell’anno.

La smart city  sarà dotata di numerose attrattive tra cui strutture di servizio, opere architettoniche moderne, grattacieli, palazzi, 23 hotel, ristoranti, centri commerciali, parchi dei divertimenti due stazioni balnearie, un ospedale, una fitta rete di ambulatori e un sistema di infrastrutture all’avanguardia. Nella zona est della città sorgerà il Lusail Iconic Stadium, uno stadio in cui si svolgeranno alcune partite e la finale dei mondiali con una capienza di 80 000 persone.

Quel che, però, rende Lusail City unica nel suo genere è il fatto che sarà la prima città al mondo a zero impatto ambientale. Più del 50% della superficie sarà coperto interamente da prati, mentre il restante da giardini rocciosi. Nei 33 parchi presenti in questa città ecologica sarà possibile osservare le piante autoctone del deserto e respirare aria pulita.

Per abbattere le emissioni di gas serra gli addetti ai lavori hanno messo a punto un sistema di condizionamento centralizzato per gli edifici e le aree pedonali. L’illuminazione di case e lampioni avverrà attraverso un innovativo sistema di distribuzione di gas naturale a impatto zero, mentre le acque reflue e l’acqua piovana verranno raccolte nell’impianto di depurazione cittadino che le renderà riutilizzabili per l’irrigazione degli spazi verdi.

Il sistema di trasporto pubblico prevede una rete ferroviaria di 38 km e numerose linee di autobus che collegheranno tra loro i 19 distretti, un servizio di acquataxi, 67 piste ciclabili e percorsi pedonali, sottopassaggi e parcheggi sotterranei. Sarà, quindi, possibile muoversi in piena libertà senza ricorrere all’ausilio della propria automobile e riducendo così la presenza di particelle inquinanti nell’aria.

Un’altra importante peculiarità di Lusail City è il fatto che i numerosi edifici e gli spazi verdi sono stati progettati in modo tale da offrire un sistema urbano di protezione dalle numerose tempeste di sabbia che minacciano l’ecosistema e la salute dei cittadini. Le bufere provenienti dal nord trasportano innumerevoli particelle di polvere che a loro volta contengono batteri patogeni che possono arrecare seri danni all’ambiente. Il sistema di protezione messo a punto dagli addetti ai lavori fa sì che ciò non avvenga tutelando abitanti, flora e fauna.

Il costo totale del progetto si aggira intorno ai 45 miliardi di dollari. Nonostante si tratti di cifra ingente il primo ministro Abdullah bin Nasser bin Khalifa al-Thani ha dichiarato che il Governo non si è per nulla pentito di aver speso una tale somma di denaro: la presenza di una città sostenibile dal punto di vista sociale, ambientale ed economico è un fattore di prestigio per l’emirato. Lusail City per le sue caratteristiche è un fiore all’occhiello a livello mondiale di cui non si può che essere fieri.

Vincenzo Nicoletti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui