tradurre

Tradurre è un’arte e non un semplice mestiere, che richiede grande padronanza linguistica, competenze specifiche, formazione continua, ma anche senso critico, gusto e stile. Chi si approccia a tale professione sa bene che l’obiettivo non è la semplice resa del testo nella lingua originale, ma un lavoro artigianale che sappia coniugare diversi ambiti. Dalla linguistica alla letteratura, passando per il campo culturale, chi traduce ha l’arduo compito di apprendere e capire i testi scritti, fornendo loro una veste nuova. Tra i binomi portanti del lavoro del traduttore quello tra linguistica e cultura è sicuramente uno dei più cruciali. Chi traduce deve tener conto da un lato che l’oggetto di studio di riferimento, ovvero la lingua, è qualcosa che muta e varia in continuazione: ogni giorno si ha a che fare con nuove parole, si entra a contatto con neologismi e modi dire, alcuni termini cadono in disuso, mentre altri da slang diventano parole essenziali di riferimento; dall’altro lato, il fronte culturale è altrettanto importante, per poter cogliere nel modo più opportuno i cambiamenti linguistici in corso.

L’arte del tradurre e mediare una cultura

Tradurre non può essere un atto improvvisato, ma un processo studiato in ogni suo dettaglio. Un lungo cammino che si dispiega essenzialmente in tre fasi: lettura, traduzione e mediazione. La lettura non può essere superficiale, ma attenta e scrupolosa. La traduzione avviene sulla base degli strumenti linguistici che si possiedono. Tendenzialmente un traduttore è colui che più degli altri è in grado di destreggiarsi da una lingua all’altra senza particolari problemi. Ma a differenza del semplice lettore, o del linguista, il tradurre deve compiere anche un terzo step: la mediazione. Essere in grado di mediare un testo significa decodificare, scardinare la lingua in piccoli pezzi.

Dall’ambito editoriale a quello commerciale, dalle tesi di ricerca alle traduzioni pensate per il mondo del web, il traduttore opera però sempre in un territorio che non è mai completamente “puro”. Ogni individuo possiede infatti delle regole, degli schemi interpretativi specifici, dai quali spesso è difficile prescindere. Su questa scia, è bene quindi tener presente che l’arte del tradurre è regolamentata anche da principi etici e valori, verso i quali bisogna rispondere. Non si può semplicemente tradurre. Serve considerare un ampio di ventaglio di fattori, tra i quali comunità di riferimento, finalità del testo e strategia comunicativa.

L’importanza di affidarsi a professionisti

Tradurre è quindi una vera e propria arte. Un lavoro artigianale meticoloso, che richiede l’impiego di professionisti del settore. Figure che spesso lavorano da freelancer o all’interno di agenzie di traduzione, in grado di offrire un’ampia gamma di servizi di qualità. Tra queste, l’Agenzia di traduzione Cultures Connection è sicuramente un luogo in cui trovare professionalità, competenze, senso critico e qualità. Si tratta infatti di un’agenzia di traduzione in grado di fornire un Servizio di traduzione completo sia in termini commerciali, finanziari, SEO oriented che internazionali.

Ogni progetto viene affidato a un team di professionisti in grado di convertire ogni esigenza in testi di qualità. Tra i pacchetti di servizi è possibile scegliere tipologie standard e basiche, fino a quelle premium e specializzate. Tradurre un pacchetto “basico” significa lavorare su documenti prettamente informativi. “Standard” è più pensato per i grandi volumi. Mentre professionale e premium sono formule ideali per chi vuole un lavoro di traduzione specializzato, nel quale la qualità è di fondamentale importanza.

Qualità e differenziazione nell’offerta sono infatti gli elementi di forza dell’agenzia Cultures Connection. Saper gestire progetti di traduzione di qualità per attività e settori che si differenziano molto di tra loro è la sfida quotidiana dell’azienda. Grazie a una rete globale che conta più di 740 traduttori professionisti, CC è in grado di accompagnare il cliente in un percorso di traduzione, studiato in base a ogni necessità. L’obiettivo è rendere l’arte del tradurre sempre più vicina e funzionale ai bisogni dell’utente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui