MACFest2019

MACFest2019: il 30 Agosto 2019 Cava de Tirreni si colora di musica all’insegna di concerti, eventi ed intrattenimento. Musica ArteCultura, sono le tre keywords alla base di questo mega evento. L’entrata è completamente gratuita; l’iniziativa nasce per sensibilizzare e coinvolgere la popolazione avvicinando giovani e anziani al mondo della cultura e proponendo tante attività originali ed innovative. MACFest è soprattutto un evento che nasce come “opportunità” per il territorio e poichè la crescita economica va di pari passo con la crescita culturale l’intento della Macass è quello di incentivare e stimolare la creazione di nuovi interessi.

I luoghi scelti per l’edizione 2019 del MACFest sono la Mediateca MARTE, un importante polo culturale e di aggregazione sociale e il Complesso Monumentale San Giovanni.

Ma in cosa consiste davvero quest’evento? cosa c’è da aspettarsi?

MACFest2019
MACFest2019

Scopriamolo attraverso le dichiarazioni di Francesco Oreste, presidente della MACass:

Musica – Arte – Cultura – Cosa rappresentano queste tre parole per te, e in che modo pensi esse possano emergere durante questo evento?

Musica, arte e cultura sono tre elementi imprescindibili ed interconnessi. Abbiamo scelto queste tre macro aree perchè il nostro territorio ne è ricco e desideriamo offrire una vetrina a tutte quelle realtà che si stanno affermando come protagoniste a livello artistico, musicale e culturale.

Quali saranno le band che si esibiranno?

La Line-up sarà molto variegata. Si esibiranno sul palco del MACFest la cantautrice Leano, due gruppi che hanno partecipato all’ultima edizione dell’Umbria Jazz che sono i C’ammafunk e Gabriel Marciano in formazione quartetto, i Costiera, band cavese che si sta affermando nel panorama indi e pop nazionale e Teste di nicchia, gruppo hip hop senza peli sulla lingua. A conclusione ci sarà un dj set di dj Kowu, ci farà ballare a suon di scratch.

Qual è il programma dell’evento? E soprattutto, cosa si potrà fare in ognuna delle aree tematiche allestite?

L’evento partirà alle 9:30/10:00 del mattino alla mediateca dove ci saranno degli speech e delle conferenze. Le macroaree sono: Beni e identità, Editoria e fumetto, Arte e cultura, tecnologia e innovazione delle quali abbiamo coinvolto associazioni, start up e realtà del territorio che si sono distinti in questi quattro ambiti. Dalle 10 alle 22 avremo una mostra multimediale presso la galleria del complesso di San Giovanni e dalle 18:30 alle 24:00 ci sarà il concertone. Saranno presenti diverse realtà del territorio che hanno dato il loro contributo in una delle aree suddette. Aziende, associazioni professori universitari e professionisti.

E per quanto riguarda l’arte?

L’arte è stata considerata elaborazione del nostro presente, pertanto, ci siamo serviti dell’espressione artistica per raccontare al meglio ciò che ci circonda e per prevedere il nostro futuro. In più ci sono fotografia, pittura, illustrazioni e visual art e abbiamo in totale 22 artisti tutti del territorio. Il filo conduttore è sempre quello del mettere in mostra le realtà del territorio.

Quali sono le tue aspettative circa la riuscita di quest’evento? Qual è il messaggio che senti di voler trasmettere?

Mi aspetto partecipazione attiva; il desiderio è quello di suscitare curiosità e di smuovere le acque, vorrei che in particolar modo i ragazzi prendessero atto dello stato attuale delle cose nel nostro territorio. Vorrei che tutti capissero quante cose belle accadono a pochi centimetri dal nostro naso e quali sono le potenzialità effettive che queste terre possono offrire. Il progetto è ambizioso e lungimirante, il semplice fatto di portare a termine questa prima edizione ci riempie di gioia e di fiducia per sviluppare progetti e idee future. Un grazie va al comune di Cava de Tirreni, alle aziende che hanno scelto di sostenerci e rendere possibile la manifestazione, a tutti i nostri partner e a tutte le persone che decideranno di prendere parte al festival.

Sabrina Mautone

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here