La strana coppia: il teatro Augusteo ospita la diva anni ’60 Claudia Cardinale

La strana coppia, in scena al teatro Augusteo per la regia di Pasquale Squitieri e con la straordinaria Claudia Cardinale.

Al Teatro Augusteo di Napoli, da venerdì 6 fino a domenica 15 aprile 2018, Claudia Cardinale e Ottavia Fusco saranno in scena in un simpatico duetto con La strana coppia. Un progetto registico di Pasquale Squitieri che ispirato all’omonima commedia di Neil Simon, andata in scena a Broadway nel 1965, è oggi affidato ad Antonio Mastellone con interpreti: Claudia Cardinale, Ottavia Fusco, Patrizia Spinosi, Lello Giulivo, Nicola d’Ortona, Cinzia Cordella, Angela Russo, costumi di Michele Gaudiomonte, scene di Bruno Garofalo, contributi video di Maxima Film Napoli e la traduzione di Roberta Conti.

Una riscrittura al femminile de la pièce di Simon, resa famosa dal film con Walter Matthau e Jack Lemmon, già interpretata in Italia da Monica Vitti e Rossella Falk. A indossare le vesti al femminile di Oscar e Felix sono Claudia Cardinale e Ottavia Fusco che interpretano rispettivamente Fiorenza ed Olivia, due amiche single che decidono di sperimentare una convivenza per mettere fine alla loro triste solitudine.

Olivia rappresenta la classica donna disordinata e inconcludente con la passione per l’arte, ma che anima i suoi pomeriggi grigi, spettegolando e giocando a poker con le amiche. Qualche nuovo incontro di tanto in tanto la distrae dal ricordo del suo ex marito. Un uomo squattrinato e con il vizio del gioco, che ricompare con puntualità per chiederle soldi in prestito senza che lei riesca a rifiutare. La sua tranquillità viene sconvolta dall’amica di vecchia data Fiorenza che, abbandonata dal marito Sidney, si trasferisce nell’appartamento di Olivia per scongiurare i suoi istinti da suicida.

«Se uno si vuol suicidare qual è il posto migliore per farlo? Con le sue amiche.»

Difatti, il carattere antitetico delle due rischia di porre quasi fine ad un’amicizia storica. Le manie compulsive della nuova inquilina, ossessionata dalla pulizia e dall’ordine e la sua incapacità di metabolizzare la fine del suo matrimonio, la rendono un ospite troppo scomodo dopo sole tre settimane.

«Fiorenza, Olivia, Vera, Silvia e Michi sono amiche. Come tutte le amiche condividono gioie e dolori, sconfitte e vittorie. Quando Fiorenza è costretta a lasciare casa minacciando il suicidio, alla fine della relazione con Sidney, il rifugio più naturale è il gruppo, la comunità delle amiche. Affrontare la messa in scena di una commedia dalla drammaturgia esile e al contempo solida come quella de La strana coppia di N. Simon – afferma il regista Mastellone – significa trattare alcuni dei drammi più ricorrenti nell’esistenza umana attraverso la lente strutturante dell’ironia, del divertimento e dell’umorismo.»

Proprio mediante l’ottica dissacrante dell’ironia vengono rappresentati piccoli drammi domestici ai quali le protagoniste tentano di sopravvivere: la paura della solitudine dà vita ad una nuova prigione coniugale.

Una commedia a tratti esilarante e senza troppe pretese, la cui attrazione principale è sicuramente la grande diva anni ’60, musa contesa tra Luchino Visconti e Federico Fellini, interprete di ruoli importanti a fianco di nomi di fama internazionale.

Una strana coppia davvero, dal momento che una delle icone del cinema italiano, con ottant’anni di successi alle spalle, oggi divide il palco con l’ottima interprete Ottavia Fusco, attrice teatrale, conduttrice radiofonica e cantante, nonché seconda moglie del suo ex marito, il controverso regista napoletano Pasquale Squitieri. Insomma, Claudia Cardianle, insieme ad Ottavia Fusco, omaggia al teatro Augusteo la memoria del suo grande amore e compagno di una vita, recentemente scomparso all’età di 78 anni.

Fascino e bellezza di epoche senza photo-shop quelli della straordinaria Claudia Cardinale che, dopo aver segnato la storia del cinema, ancora oggi con forza esercita il  suo carisma sulla platea di curiosi ammiratori e nostalgici.

Rosa Auriemma

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui