Toulouse Lautrec

toulouse lautrecToulouse Lautrec è un famoso pittore francese post-impressionista, illustratore e litografo del tardo Ottocento. Lo si ricorda per il suo essere storpio a causa di un problema ereditario che all’età di soli quattordici anni gli provocò la rottura del femore destro. Egli non guarì mai e poichè fu costretto a dover stare a letto, si appassionò alla pittura e al disegno.

Dal 17 ottobre 2017 al 18 febbraio 2018, il Palazzo Reale di Milano lo accoglie con una grande mostra monografica presentando l’intero percorso artistico del pittore attraverso le sue opere, ove si evidenziano molti dettagli dello stile di vita bohémien della Parigi di fine Ottocento. La mostra è stata curata da Danièle Devynck, direttrice del Museo Toulouse-Lautrec di Albi, e Claudia Zevi:

“Il progetto espositivo, articolato in sezioni tematiche, condurrà il visitatore a comprendere il fascino e l’importanza artistica del pittore bohémien che, senza aderire mai a una scuola, seppe costruire un nuovo e provocatorio realismo, sintesi estrema di forma, colore e movimento. Henri de Toulouse-Lautrec, La clownesse assise, Mademoiselle Cha-U-Kao, 1896, litografia a colori, Bnf, Parigi Henri de Toulouse-Lautrec, Jane Avril, 1899, litografia a colori, Bnf, Parigi.”

toulouse lautrecIn mostra sono state esposte oltre 250 opere di Toulouse Lautrec, con ben 35 dipinti, litografie, acqueforti e la serie completa di tutti i 22 manifesti realizzati dall’artista maledetto, provenienti dal Musée Toulouse-Lautrec di Albi e da importanti musei e collezioni internazionali come la Tate Modern di Londra, la National Gallery of Art di Washington, il Museo Puškin di Mosca, il Museum of Fine Arts di Houston, il MASP (Museu de Arte di San Paolo), e la Bibliotheque Nationale de France di Parigi.

Le sue prime opere riflettono la quotidianità dell’ambiente che lo circondava e consistono nello specifico in ritratti di cani e cavalli. Toulouse afferma:

“Solo la figura esiste, il paesaggio non è, nè deve essere che un accessorio: il pittore paesaggista non è che un bruto. Il paesaggo deve servire a far comprendere meglio il carattere della figura.”

L’evoluzione stilistica dell’autore, di origine aristocratica ma testimone della Parigi dei bassifondi e delle case chiuse, verrà delineata in tutte le sue fasi di maturazione, dalla pittura alla grafica, con particolare riguardo per la sua profonda conoscenza delle stampe giapponesi e per la passione verso la fotografia. Giulio Carlo Argan afferma in proposito:

“Come van Gogh, e come avevano fatto gli impressionisti, Toulouse Lautrec studia le stampe giapponesi, ma con tutt’altro intento: in esse l’immagine non è presentata come qualcosa di immobile, ma come un tema ritmico che si trasmette allo spettatore e agisce a livello psicologico come una sollecitazione motoria”

Toulouse Lautrec è definito il più moderno anticonformista degli artisti della sua generazione poichè è spinto, anche a causa delle sue deformità fisiche, nel guardare alla vita sempre da una prospettiva diversa ed originale. Egli sembra voler abbandonare ogni schema tradizionale alla ricerca di una dimensione che gli permette di percepire il mondo in modo differente. Il pittore ritrae aspetti della vita quotidiana dell’epoca, in modo particolare i locali di Montmartre, definito luogo della perdizione, e i suoi protagonisti. Dipinge in modo realistico senza sovrapporvi giudizi morali o etici. Si limita a raccontarli così come appaiono.

toulouse lautrec

“L’amore è quando il desiderio di essere desiderato ti fa stare così male che senti di poter morire.”

“Nel nostro tempo ci sono molti artisti che fanno qualcosa perché è nuovo. Vedono il loro valore e la loro giustificazione in questa novità. Tuttavia ingannano loro stessi… la novità è raramente l’essenziale. Questo ha a che fare con una cosa sola: rappresentare un soggetto meglio di quanto faccia la sua natura intrinseca.”

 

Sabrina Mautone

 

Sabrina Mautone
Sabrina Mautone nasce a Napoli il 18 Maggio 1996 e vive a Milano. Giornalista pubblicista laureata in Lingue Moderne presso la Federico II di Napoli e specializzata in Comunicazione e Cooperazione Internazionale per Istituzioni ed Imprese presso l'Università Statale di Milano. Con un master post-lauream in Comunicazione, attualmente si occupa di Giornalismo Radio-Televisivo a Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui