Liberato - Fonte: Tutto Notizie
Liberato - Fonte: Tutto Notizie

Liberato, il famoso cantautore made in Napoli, ancora una volta è sulla bocca di tutti, e non solo per il successo del concerto gratuito che pochi giorni fa ha tenuto a Procida.

Da qualche ora, infatti, impazza nuovamente sul web la notizia del presunto disvelamento della sua identità, nonostante il famoso trapper napoletano negli anni abbia fatto dell’anonimato il proprio tratto distintivo.

Secondo quanto appreso da fonti recenti, a far trapelare la notizia sarebbe stato il sito della Siae. In particolare, pare che tra gli autori della canzone Future Romance ci sia stato uno scambio di nomi: insieme a Florius e Bawrut, infatti, figurerebbe il nome di Liberato, che prenderebbe il posto di quello di Gennaro Nocerino. Da qui le varie supposizioni.

Ma è bastato davvero così poco perché cadesse il velo che ha sin qui celato il volto dell’autore di Nove Maggio? E chi è Gennaro Nocerino?

Cosa sappiamo

Cantante e producer napoletano come Liberato, a Gennaro Nocerino vengono attribuiti due progetti collocabili nell’ambito della musica elettronica: in particolare, il primo, di cui fa parte anche Fabrizio Marco Maiolino, è noto con il nome di Herr Styler, duo a cui vengono attribuiti vari singoli ed Ep; l’altro, invece è conosciuto con il nome di Hot Spell.

In realtà, non è la prima volta che i nomi di Liberato e Gennaro Nocerino vengono accostati: infatti, ad avvalorare l’ipotesi secondo cui i due sarebbero la stessa persona ci sarebbe una già nota collaborazione tra il primo e Bawrut, autore della canzone da cui è partito tutto, per il brano Je ‘o tteng e t’o ddòng.

Le ipotesi sull’identità di Liberato negli anni

Con quest’ultima scoperta verrebbero, dunque, accantonate definitivamente ipotesi che proponevano altri cantanti nelle vesti di Liberato: si ricordi, infatti, che in passato la stessa sorte era toccata al cantautore Calcutta come anche a Livio Cori, cantante e attore della serie televisiva Gomorra nonché ex fidanzato della cantante Anna Tatangelo, e ancora allo scrittore e poeta di Scampia Emanuele Cerullo.

Tra le ipotesi che sicuramente hanno destato grande curiosità nei suoi fan c’è, inoltre, quella che voleva Liberato detenuto del carcere di Nisida e che, in quanto tale, avrebbe approfittato di una serie di permessi premio per poter cantare le proprie canzoni di fronte al pubblico.

Non tutti, però, sono d’accordo: c’è, infatti, chi sospetta che in realtà l’identità di Liberato non possa essere attribuita a un singolo, bensì a più persone. Altri, invece, preferiscono non pensarci e vivere avvolti nel mistero.

Quanto davvero vogliamo sapere chi è Liberato?

Sebbene l’ipotesi su Gennaro Nocerino sia apparsa ai più plausibile, rimane un’unica certezza, e cioè quella che ancora una volta non si sa qual è la verità.

In queste ore in tanti, tra fan e semplici curiosi, si sono avventurati in rete alla ricerca di prove che potessero confermare o smentire l’identità del cantautore partenopeo e hanno provveduto immediatamente a condividerle sui social, contribuendo a rendere l’enigma ancor più difficile da risolvere. E a questo punto sorge anche spontaneo chiedersi se sia stato davvero un imperdonabile errore o se c’entri lo zampino dello stesso malcapitato. Tuttavia, anche a questa domanda è difficile rispondere, o meglio, non è dato a noi rispondere, né indagare ulteriormente.

Si sa, non c’è niente che appassioni di più l’essere umano del conoscere ciò che è ignoto: si vedano anche le ipotesi che sono state fatte su Elena Ferrante, autrice de “L’amica geniale”, che gode di enorme successo in tutto il mondo; oppure si pensi allo stesso artista Banksy.
Ma non è forse proprio l’idea di non conoscere l’identità di chi ci fa appassionare ad alimentare la passione stessa?

Che sia stato o meno un errore, lasciamo allora anche a Liberato il diritto di scegliere di (non) essere se stesso.

Nata e cresciuta a Potenza, in Basilicata, dove ho conseguito un diploma di maturità classica, ho studiato poi a Napoli Mediazione Linguistica e Culturale e Letterature e culture comparate. Curiosa, appassionata di lingue e culture straniere, amante della lettura, della scrittura e di ogni manifestazione culturale, durante le mie esperienze di studio e di lavoro all'estero ho imparato che non si possono esplorare e apprezzare mondi diversi senza conoscere il proprio. Credo fermamente che la determinazione sia fondamentale per raggiungere i propri obiettivi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui