Mancavi Tu di Giuseppina Sarni
In foto l'autrice Giuseppina Sarni

In tutte le librerie e nei bookstore è possibile trovare il nuovo libro Mancavi Tu, lo sport romance di Giuseppina Sarni edito da Bertoni Editore. Per Giuseppina Sarni è un esordio tutto da leggere.

La sinossi di Mancavi Tu: Lucia vive con quattro amiche in un appartamento da studenti nel centro di Bologna. Si è appena laureata in medicina e sogna di fare la virologa. È da sempre tifosa della Virtus Basket Bologna. Giacomo è il capitano della Virtus. Il suo obiettivo è andare a giocare nell’NBA e, se vincerà il campionato, potrebbe finalmente riuscirci. È stufo delle ragazze che si interessano a lui perché è famoso e preferisce uscire solo con alcuni amici e compagni di squadra. In una Bologna universitaria e vivace, Lucia e Giacomo si conoscono a una festa e si innamorano. Sembra il coronamento di due vite perfette, ma la sorte li metterà di fronte a delle prove per le quali non erano pronti.

Il testo di Mancavi Tu è scorrevole, dal linguaggio giovanile e dai riferimenti colti, culturali, romantici. Un accenno a Dirty Dancing, l’amore, le contraddizioni. Capitoli che iniziano seguendo la voce di Lucia o Giacomo, narrando la storia d’amore e di vita secondo la visione e gli stati d’animo di lui e di lei. E poi Giulia, vite di amicizie, di convivenza, di paure, di ospedali e di tremori e timori, per citare il filosofo Kierkegaard.

“Ma che scema che sei”. “Grazie fratellone”

“Siamo soli, io e lei”

Linguaggio giovanile misto a momenti che paiono tratti dalla scena di un film, quasi come fosse “Il tempo delle mele”, ma forse più tormentato, più fragile, più sentito, intenso, che si avverte nell’anima con più grido e forza. E poi un tema sano, che rivela l’ambizione e i sogni che qui, in questo libro, emergono con forza: lo sport, il basket, la NBA, il clima di squadra, allenatori, ragazzi che affrontano le sfide. Un connubio di tematiche importanti, dove a fare la differenza è proprio chi mancava e poi, finalmente, è arrivato.

Incontriamo l’autrice Giuseppina Sarni.

Com’è nato il suo romanzo: Mancavi tu?

«Mancavi tu è nato da un sogno, che è poi diventato una scena centrale del romanzo. Sono partita da quella scena e ho approfondito la conoscenza dei personaggi principali, Lucia e Giacomo, e sono risultati così vivi nella mia mente che è quasi come se fossero stati loro a raccontarmi la loro storia».

Spesso ci si lamenta che oggi si legge troppo poco. Fra videogiochi, televisione e internet si ha sempre meno tempo per la lettura. Quale è il suo pensiero sui lettori di oggi?

«I lettori vanno prima di tutto rispettati, sono giustamente molto selettivi in quello che scelgono e a mio parere cercano le emozioni nei libri, più che la conoscenza o il miglioramento personale. Sono abituati dai film e dalle serie televisive ad un ritmo narrativo incalzante e lo cercano anche nei libri».

Quali sono le difficoltà che ha incontrato durante il suo percorso di scrittura?

«Scrivere Mancavi tu è stato un percorso molto naturale e tutto sommato veloce, visto che lo ho scritto in meno di tre mesi. La difficoltà maggiore è stato scegliere il punto di vista. Sono partita con una terza persona focalizzata sul personaggio femminile, poi sono passata a Lucia in prima persona e infine ai punti di vista alternati.»

Se dovesse rifugiarsi in un’isola deserta, cosa porterebbe con sé?

«Carta, penne e la saga di Harry Potter.»

La biografia dell’autrice: Giuseppina Sarni è nata e cresciuta a Genova e, da una decina d’anni, vive in Trentino con il marito e i due figli. Dopo aver esercitato per anni la professione di avvocato, adesso è funzionaria in un ente pubblico. La sua passione per la lettura è cominciata quando a otto anni ha scoperto Sherlock Holmes e da allora non si è più fermata, abbracciando ogni genere letterario, anche se il giallo e il romance rimangono i suoi preferiti.

a cura di Teresa Beracci

5 x mille Survival
Quotidiano indipendente online di ispirazione ambientalista, femminista, non-violenta, antirazzista e antifascista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui