Riscatta l'obiettivo, Isabella d'Este - Caracciolo
Fonte immagine: neapolisart.it/associazione-culturale-neapolis-art/

Dal 27 maggio al 7 giugno vivrà per le strade di Napoli la mostra fotografica “Riscatta l’obiettivo – Scatta la notizia”, curata dall’associazione non profit Neapolis Art. La mostra, col sostegno di Canon Italia, ha come protagoniste le foto di 14 studenti dell’Istituto Isabella D’Este – Caracciolo sito nel centro storico di Napoli.

Riscatta l’obiettivo – Scatta la notizia” è un progetto di responsabilità sociale e quest’anno i due temi trattati sono la parità di genere e le disuguaglianze sociali, in linea con gli obiettivi dello Sviluppo Sostenibile sanciti dall’ONU. Non potendo esporre le fotografie dei ragazzi che hanno aderito al progetto in un luogo chiuso la mostra si è spostata direttamente fra le strade della città.

Riscatta l'obiettivo, Isabella d'Este - Caracciolo
“Cu n’uocchio guarda a jatta e cu n’ate frije o’ pesce” di Michele De Falco

Le 30 foto realizzate dai ragazzi saranno visibili in città dal 27 maggio al 7 giugno su 85 manifesti in varie zone della città: Piazza Mercato, Corso Umberto, la Stazione Centrale, Via Marina fino ai quartieri Vomero e Fuorigrotta. Su tutti i manifesti è presente un QR code che permette di guardare la mostra completa e scoprire la geolocalizzazione di tutti i manifesti.

Gli studenti sono stati aiutati nella realizzazione delle proprie foto da Antonio Gibotta, fotografo e vincitore del World Press Photo 2017 in un viaggio fotografico che ha toccato i temi della parità di genere e delle disuguaglianze sociali. Grazie alle attrezzature professionali fornite da Canon Italia hanno potuto svelare il loro sguardo sul mondo perché, come dichiara Antonio Gibotta, «attraverso le loro fotografie si osserva un mondo nuovo, senza filtri, perché le differenze sono risorse e possono insegnarci qualcosa di bello».  

La mostra è a cura di Neapolis Art, organizzazione non profit che realizza mostre e rassegne dedicate al mondo della fotografia con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio artistico e di realizzare progetti scolastici e educativi. In questo progetto gli studenti escono dall’ambiente scolastico e occupano gli spazi della città per mostrarsi, dal momento che «questa volta la strada restituisce ai giovani una nuova possibilità, quella di raccontarsi», come dice Rosella Paduano dell’associazione Neapolis Art che coordina il progetto insieme ad Antonio Gibotta, Oriana De Luca e Sergio Mautone.  

L’Istituto Isabella D’Este – Caracciolo ha dato la possibilità ai suoi studenti di accedere a un’ulteriore opportunità di formazione: la dirigente scolastica, dott.ssa Giovanna Scala, mette in evidenza questo aspetto e sostiene che «attraverso la fotografia la città è diventata un luogo di dialogo, in cui il prodotto realizzato dal singolo diventa processo creativo di gruppo».

Gli studenti che hanno realizzato le foto hanno mostrato il loro sguardo sulla città cogliendo i dettagli di piccole scene di vita quotidiana: un caffè, un mercato, i passanti, una piazza, la metropolitana, un murale nei luoghi e nei simboli di Napoli raccontati dai giovani che la vivono.

Riscatta l'obiettivo, Isabella d'Este - Caracciolo
I ragazzi dell’Istituto Isabella D’Este-Caracciolo

Sabrina Carnemolla

Greenpeace

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui