Gatti neri: ricercati ad Halloween, da proteggere tutto l’anno
Fonte dell'immagine: Pixabay.com

Halloween è una festività molto attesa, caratterizzata da travestimenti, dolcetto o scherzetto e una generale atmosfera spettrale. Tuttavia, c’è un tema che spesso viene associato a questa festa e che merita grande attenzione: i gatti neri. A questi felini è stata dedicata una giornata denominata “Black cat day” che si celebra in tutto il mondo il 17 di novembre, istituita anche come giornata contro le superstizioni. Di fatto, i gatti neri hanno da sempre avuto una certa aura di mistero attorno a loro e spesso vengono associati alla magia nera e ad eventi sinistri. Questa percezione negativa ha portato a conseguenze pericolose per questi felini, tanto da mettere a repentaglio il più delle volte la loro incolumità.

I gatti neri sono stati associati a credenze e simbolismi per secoli. In alcune culture, erano considerati portatori di buona fortuna e simboli di prosperità. Tuttavia, durante il periodo delle persecuzioni alle streghe, questi felini divennero simboli di stregoneria e furono associati al male. Questa errata credenza ha portato a discriminazione e maltrattamenti nei confronti dei gatti neri in particolar modo ad Halloween, ricorrenza durante la quale alcuni individui malintenzionati prendono di mira i gatti neri, visti come porta sfortuna o come oggetti sacrificabili per insoliti rituali.

L’ “Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente” (AIDAA) ha stimato che ogni anno spariscono circa 35.000 gatti neri all’anno e il picco dei rapimenti avviene proprio durante il periodo d’Ognissanti, in particolar modo nelle Regioni di Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto e Lazio e in luoghi come cimiteri, chiese sconsacrate o boschi. Per questo motivo in Italia, ogni anno, molti volontari animalisti e persone sensibili alla tematica animalista organizzano delle vere e proprie ronde nella speranza di poter salvare questi felini. Per cui, questa festività si traduce in un rischio significativo per la loro sicurezza e il loro benessere.

Scientificamente i gatti neri non hanno niente di diverso rispetto agli altri gatti. A differenza degli altri gatti, quindi, questi felini non dovrebbero essere discriminati sulla base del loro colore del mantello. Per questo motivo, è di fondamentale importanza proteggere i gatti neri durante il periodo di Halloween attraverso soluzioni semplici ma efficaci, come tenere i gatti neri domestici al sicuro in casa durante le festività. In questo modo, potrà essere garantito loro un ambiente protetto e ridurre il rischio di incidenti.

Più in generale, servirebbe educare le persone rispetto la natura ingiusta delle superstizioni legate ai gatti neri. Va ricordato infatti che il colore del manto non influisce sul carattere o sul comportamento di un animale, in modo tale da adottare una mentalità aperta e rispettosa nei confronti di questi felini, evitando pregiudizi basati su credenze arcaiche. Di conseguenza, è essenziale non dare in adozione i gatti neri durante il periodo di Halloween, nonostante l’intenzione sia quella di trovare loro una casa, poiché alcune persone potrebbero approfittare di questa festività per scopi negativi.

In conclusione, durante Halloween vanno protetti i gatti neri da pregiudizi e pericoli. Informare le persone sulla reale natura di questi animali e consigliare la loro permanenza all’interno delle proprie abitazioni durante il giorno di Halloween diventa perciò essenziale per la loro incolumità. Solamente in questo modo i gatti neri potranno essere rispettati e salvaguardati da alcune superstizioni negative che ancora oggi persistono in parte dell’immaginario collettivo.

Sara Spiniello

Sono una ragazza solare e piena di energia, sempre pronta a sorridere e a diffondere positività. Sono profondamente innamorata degli animali e della natura, e cerco sempre di proteggerli e di prendermi cura di loro nel miglior modo possibile. Passare del tempo all'aria aperta, immersa nella natura ad ammirare la bellezza di ogni piccolo dettaglio che il mondo naturale ha da offrire mi fa sentire viva e mi infonde la tranquillità di cui ho bisogno nella frenesia della vita quotidiana. La tutela dell'ambiente è una delle mie priorità, e cerco di fare la mia parte nel ridurre l'impatto negativo sull'ecosistema. Sono attenta al riciclo, cerco di ridurre l'uso di plastica monouso e promuovo soluzioni sostenibili nella mia vita quotidiana. Da anni mi dedico al volontariato animalista, perché credo che aiutare sia una delle cose più gratificanti che si possano fare. Nel frattempo, lavoro anche presso uno studio legale e scrivo per questa redazione!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui